Home > Ho perso tutto alle slot

Ho perso tutto alle slot

Ho perso tutto alle slot

A ParmaToday ha raccontato la sua storia. Ho cominciato a giocare un sabato pomeriggio che, stranamento, avevo libero dal lavoro di operaio che ho svolto per 25 anni in una ditta della provincia di Parma. Ero uscito con alcuni colleghi che mi hanno convinto a provare le slot machine all'interno di un bar. Tre ore attaccato a quelle macchinette per compagnia, per stare con i miei colleghi.

Al tempo avevamo avuto dei tagli in fabbrica e la settimana seguente cominciai ad andare regolarmente all'interno di quello stesso bar per giocare allo slot. Ogni giorno perdevo soldi ma non mi davo per vinto: La mia vita continuava normalmente: Due ragazzi bellissimi che mi stavano dando tante soddisfazioni. Non avevo alcuna ragione concreta nella mia esistenza che mi avrebbe potuto portare ad una dipendenza. Prima una volta a settimana e, in meno di un mese, tutti i giorni. Mia moglie mi chiedeva cosa facevo e io inventavo sempre scuse poco credibili. Un giorno, visto che era domenica, ci eravamo recati in un mobilificio per acquistare un divano nuovo.

Fino a quel momento non avevo mai avuto problemi economici, mia moglie lavorava come geometra e io come operai specializzato, avevo sempre avuto un buon stipendio. La casa, di nostra proprietà, era grande e spaziosa e ogni anno rinnovavamo l'arredamento, almeno in parte. Il conto corrente si era asciugato e mia moglie se ne accorse. Mi chiese spiegazioni e io, quella sera, li confessai che avevo speso quasi 50 mila euro per il gioco d'azzardo. Nel frattempo la ditta ridusse gli orari di tutti noi lavoratori, anche il mio.

Ero sempre più frustrato e non riuscivo a risollevarmi: Mi hanno aiutato molto, nonostante i danni che stavo causando a tutti. Avevo perso tutto. È un sistema che colpisce tutte le fasce sociali in modo indiscriminato. Pensate ad un ragazzino di 18 anni: È la sua rovina. Giornalista della Redazione Rovereto-Riva. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy. View the discussion thread.

Ero una persona normale, con un buon lavoro e una moglie. Avevo tutto. Salvatore, a cosa giocava? Videopoker, lotto, superenalotto, scommesse, gratta e vinci di tutti i tipi e di tutti i prezzi. Poi è stato un disastro. E quando i soldi sono finiti, cosa ha fatto? Andavo in giro a chiedere prestiti inventando un mare di menzogne. La sua famiglia come ha vissuto la sua malattia? Mio fratello mi ha aiutato.

«Così il mostro del gioco mi ha divorato» In 25 anni ha perso mezzo milione di euro | l'gold-strike.daniel-rothman.com

Nel gli italiani hanno giocato 96 miliardi di euro in slot, I giocatori hanno recuperato, vincendo, 76,5 miliardi, e perso 19,5 miliardi (di questi, ci sono ricascato: alle 13 ho vinto euro, alle 16 avevo rigiocato tutto». «Ho perso tutto con il Lotto ora le finanziarie mi strozzano». Savona, una slot ogni abitanti: mille i malati di gioco d'azzardo patologico. PARMA - Carlo (nome di fantasia), ha 53 anni: ha perso tutto per colpa del gioco, "casa e lavoro", ed ora sta cercando di ricostruire la sua vita. Mi sono staccato da tutto e da tutti, mi sono messo a “nudo” e ho Tra slot, videlottery, concorsi e gioco legalizzato, lo Stato ci fai dei bei soldi. “A quel punto ha capito tutto. Nel giro di un solo anno, dopo il lavoro ho perso anche la famiglia. Adesso non gioco più perché non ho più. La storia di Salvatore, 57 anni. A Ivrea ha appena aperto la sede dei Giocatori anonimi: «Tenere a bada il demone si può». Quando hanno perso tutto, con un gesto lento, si sfilano il portafogli e Un anno dopo ho cominciato a giocare alle Vlt: pensavo fosse più.

Toplists